Scommessa multipla: sistemi e strategia

Le scommesse hanno da sempre riscosso un grande fascino tra i giocatori per un semplice motivo: danno ampi margini di manovra a chi decide di puntare denaro. In questo modo la fortuna può rappresentare una parte marginale nel gioco visto che lo studio e l’abilità possono fare la differenza. Il giocatore che risulterà vincente nel lungo periodo è quello che avrà studiato il percorso migliore per fare cassa.

Uno dei metodi di gioco più classici che può portarci alla vittoria è quello della scommessa multipla. Questo tipo di puntata prevede che lo scommettitore scelga di giocare non su una sola partita, ma su almeno due eventi. Il motivo può essere quello di aumentare la quota e quindi il valore della vincita, oppure di dividere il rischio: giocare su due o più pronostici meno rischiosi invece di scommettere su un singolo pronostico più azzardato.

E’ ovvio che con queste condizioni lo scommettitore può dar sfogo alla propria fantasia, scegliendo per la multipla sistemi e strategia vincenti. Attenzione però a non esagerare! Uno degli errori più comuni tra i giocatori di multiple è quello di farsi ingolosire dalla quota e di inserire troppi pronostici diminuendo eccessivamente le probabilità di vittoria.

Come calcolare la vincita nelle multiple e i bonus?

Un buon compromesso potrebbe quindi essere la scommessa multipla al raddoppio. Di fatto l’obiettivo dello scommettitore è quello di arrivare a quota 2,00 giocando su due tre partite. Facendo un esempio di fantasia: Parma – Spal. Ci piace il segno 1 a quota 2.10, ma abbiamo qualche dubbio. La doppia chance 1X vale 1.30. Per arrotondare possiamo aggiungere alla doppia chance Parma – Spal 1X anche Lazio – Bologna 1 a quota 1.50, arrivando al nostro risultato di quota 1.95 (1.30×1.50).

Come calcolare la vincita nelle multiple? E’ importante sapere che non ci si deve limitare alla semplice moltiplicazione delle varie quote, ma c’è da considerare anche che i bookmaker tendono a mettere dei bonus (aumentando il valore della quota complessiva). Questi bonus ovviamente variano in base all’offerta di ogni singolo provider: c’è chi comincia ad offrirlo (solitamente intorno al 5%) a partire dalla terza giocata in schedina, c’è chi premia solo bollette da 4-5 pronostici in su.

Ovviamente i bonus sono progressivi. Più aumentiamo il numero di pronostici più miglioriamo il nostro bonus. Anche in questo caso non bisogna però commettere l’errore di farsi ingolosire dalla possibile vincita. Le multiple con molti eventi sono le preferite dai bookie, perché raramente portano il giocatore alla vittoria. Vale il detto “Chi troppo vuole nulla stringe”.

Glossario delle scommesse: lenzuolone, bolletta e schedine

“Mi gioco una terzina…”. Oppure: “Non vincerai mai con quel lenzuolone”. Questa breve spiegazione di cosa è una scommessa multipla è anche il racconto di una passione storica degli italiani. In effetti, anche la cara vecchia schedina del Totocalcio è un multipla, anche se con le sue caratteristiche (non è possibile scegliere quante e quali partite pronosticare).

L’amore per il gioco degli italiani ha quindi creato un glossario delle scommesse, che ovviamente cambia di regione in regione nel suo viaggio e a contatto con i dialetti del Paese. Terzina, quartina e cinquina indicano quindi quanti pronostici sono stati inseriti nella bolletta. A proposito, “Bullett”, diffuso in Campania, è arrivato così ad ispirare gli autori di Gomorra per il nome di uno dei personaggi della serie.

E ancora “lenzuolone”, che di solito è accostato ad una giocata con troppi pronostici, al punto da produrre uno scontrino di dieci centimetri e passa. Questa tecnica di gioco attira su di sé più di qualche critica, anche se sognare in maniera sana di vincere qualche migliaia di euro puntandone pochi non è certo un delitto, posto che lo si faccia sempre consapevolmente e allo scopo di divertirsi.

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

error: Content is protected !!