Scommesse 1X2 con handicap: come funzionano

Cosa vuol dire handicap nelle scommesse?

L’offerta dei bookmaker è così vasta e articolata che ci si può imbattere in tipologie di scommessa di cui non si conosca il significato. E una delle domande più diffuse sul web, quando si parla di pronostici calcio, è senza dubbio la seguente: cosa vuol dire handicap nelle scommesse?

In effetti, se vogliamo scommettere con cognizione, se vogliamo puntare con consapevolezza, se vogliamo aumentare le percentuali di vincita, dobbiamo sapere quello che stiamo facendo, che in questo caso significa sapere cosa sono le scommesse 1X2 con handicap e come funzionano.

Niente di complicato: è una tipologia di giocata piuttosto simile alla classica scommessa 1X2. La differenza di fondo rispetto a quest’ultima è che con le scommesse 1X2 con handicap si assegna un handicap alla squadra favorita.

Handicap sta per svantaggio o penalità, e può essere di 1, 2, 3 o addirittura più gol: maggiore è l’handicap assegnato alla compagine favorita più alta sarà la quota abbinata alla giocata. La dicitura esatta che di solito trovate in lavagna è handicap -1, handicap -2, handicap -3 oppure, in modo più stringato (h -1, h -2, h -3 ecc. ecc.).

Esempio di scommesse 1X2 con handicap

Quando lo scarto tecnico tra due squadre è troppo grande, quando una squadra, vuoi per blasone, vuoi per stato di forma o rosa, vuoi per i testa a testa, è troppo superiore alla squadra avversaria, ebbene, in questi casi la quota della vittoria della squadra favorita è bassissima.

E se è vero che la quota è rasoterra (1.05, 1.10 e via così) perché dovremmo giocarla? Le scommesse 1X2 con handicap ci traggono d’impaccio e rendono appetibili anche questo tipo di sfide. Vediamo come.

Prendiamo un ipotetico incrocio Juventus-Carrarese, o qualsiasi altra sfida tra due formazioni di differente categoria. L’1 secco a 1.02 sarebbe ingiocabile. Ma se all’1 secco ci aggiungiamo l’handicap di -1, -2 o -3, la quota del segno 1 aumenterà senz’altro e renderà la nostra giocata potenzialmente più remunerativa.

Aggiungere l’handicap -1 ai bianconeri in Juventus-Carrarese, significa che i bianconeri partono in svantaggio di una rete.

In pratica, prima che il direttore di gara fischi l’inizio del match il risultato della partita è di 0-1 a favore della Carrarese.

Mettiamo che per Juventus-Carrarese abbiamo scommesso effettivamente 1 con handicap -1.

La scommessa è perdente
Se la Juventus vince 1-0

La scommessa è vincente
Se la Juventus vince 2-0

La scommessa è perdente
Se la Juventus vince 2-1

La scommessa è vincente
Se la Juventus vince 3-1

Come potete vedere dagli esempi sopra perché la scommessa 1 con handicap -1 sia vincente, la Juventus deve vincere con 2 gol di scarto. In tutti gli altri casi, anche di parità, la scommessa è perdente.

Mettiamo invece che per Juventus-Carrarese abbiamo scommesso 1 con handicap di -2: in questo caso il risultato al fischio d’inizio dell’arbitro è 0-2 per gli ospiti.

La scommessa è perdente
Se la Juventus vince 2-0

La scommessa è vincente
Se la Juventus vince 3-0

La scommessa è perdente
Se la Juventus vince 3-1

La scommessa è vincente
Se la Juventus vince 4-1

Se quindi gli ospiti partono con un vantaggio di 2 reti a 0, perché la nostra scommessa sia vincente la Juventus deve vincere con 3 gol di scarto.

Se invece avessimo puntato sull’handicap -3 la scommessa sarebbe stata vincente col risultato finale di 4-0 o 5-1 o 6-2 (4 gol di scarto).

Come funziona la X con handicap

L’esempio Juventus-Carrarese ci aiuta a capire un paio di cose:

  • Come funzionano le scommesse 1X2 con handicap
  • Quando giocare l’handicap nelle scommesse

Quanto alla seconda voce, saremo ancora più chiari. Conviene scommettere sull’handicap quando pensiamo che una squadra sia decisamente superiore all’altra. Se poi la formazione favorita ha il gol facile o è persino avvezza alle goleade, meglio ancora.

Infatti, come abbiamo visto sopra, scegliendo la vittoria della Juve con handicap 3 significa scommettere che i bianconeri travolgeranno la Carrarese e vinceranno con almeno 4 reti di scarto.

Ciò detto, come funziona la X con handicap? Il criterio è sempre lo stesso trattandosi sempre dello strumento scommesse 1X2 con handicap.

Ma facciamo anche in questo caso un piccolo esempio per chiarire eventuali dubbi dello scommettitore, specie se alle prime armi.

Mettiamo che per il derby della Madonnina Inter-Milan abbiamo pronosticato X con handicap -1. Come sappiamo, questo significa che la squadra di casa, l’Inter, parte con lo svantaggio virtuale di una rete (0-1).

Ebbene, perché la scommessa X (-1) sia vincente, la squadra di casa deve vincere con un solo gol di scarto: 1-0, 2-1, 3-2, 4-3, 5-4 ecc. ecc. Se così non fosse, se i gol di scarto fossero 2 (2-0, 3-1, 4-2 ecc. ecc.), la scommessa sarebbe perdente.

La X con handicap, insomma, presuppone sempre che la squadra cui si abbina l’handicap vinca solo con un gol di differenza.

Ne consegue che è una scommessa difficile da azzeccare, ma allo stesso tempo la quota a essa abbinata è piuttosto alta. E certo non si può dire che nei vari campionati maggiori o minori sparsi per il mondo manchino match che finiscono regolarmente con una sola rete di scarto.

Attiva PRONOSTICO.IT PREMIUM per avere ogni giorno tanti pronostici vincenti:
Clicca qui per scegliere il tuo piano!

€410INFO
€400INFO
€10INFO

Gioco è riservato ai maggiori di 18 anni. Può provocare dipendenza; Siti legali.Comparazione Bonus. Clicca su Info per maggiori informazioni su come aprire un conto di gioco.

Attiva PRONOSTICO.IT PREMIUM per avere ogni giorno tanti pronostici vincenti:
Clicca qui per scegliere il tuo piano!