Scommesse margine vittoria: significato, tipologie e applicazione

Cosa sono le scommesse margine vittoria?

L’offerta che i bookmaker mettono a disposizione degli scommettitori è vastissima, lo sappiamo. Tale ricchezza è una garanzia di varietà e divertimento, ma può rivelarsi anche un’arma a doppio taglio, specie se i giocatori non sono ben sintonizzati col significato di alcune tipologie di gioco e sulla loro applicazione.

Prendiamo a tal proposito le scommesse margine vittoria, di cui parliamo in questa pagina. Cosa sono prima di tutto?

Rispondiamo subito: in questa giocata si deve pronosticare il margine in valore assoluto tra i gol segnati dalle due squadre nel corso di un match (i canonici 90 minuti più recupero). Detto in soldoni, con le scommesse margine vittoria si deve indovinare con quanti gol di distacco terminerà la sfida scelta.

Va da sé che centrare questo tipo di pronostico non è affatto semplice. Per cui, anche se garantisce la possibilità di variare il proprio gioco, resta il fatto che basarci una strategia a lungo termine e vincente è pressoché impossibile.

In altri termini, per come la vediamo noi, la scommesse margine vittoria vanno intese come uno strumento per accrescere il proprio divertimento, un po’ come le Scommesse VAR, magari puntandoci i soldi vinti con giocate più tradizionali quali le scommesse 1X2 o Goal No Goal, tanto per dirne un paio.

Le 2 tipologie di scommesse margine vittoria

Chiarito il significato di questa giocata e il loro utilizzo diciamo così più virtuoso, a questo punto segnaliamo che le scommesse margine vittoria si dividono sostanzialmente in due tipologie: margine vittoria 4 esiti e margine vittoria 10 esiti.

Margine vittoria 4 esiti

I 4 esiti in questione sono 0, 1, 2, 3 o più. Ma cosa significa tutto questo? Semplice: si deve pronosticare se la differenza di reti fra le contendenti a fine gara sarà di 0 (pareggio), 1, 2, 3 o più reti, senza tener conto di chi vincerà o perderà la sfida.

Un esempio pratico: se per Milan-Inter abbiamo scommesso sul margine vittoria 0 e la partita finisce 0-0 oppure 1-1, 2-2 e così via, la scommessa è vincente. Se per la stessa partita abbiamo scommesso sul margine vittoria 2 e l’incontro termina 2-0 o 0-2 o 4-2 ecc. ecc. la scommessa è vincente.

Procediamo con gli esempi, giacché favoriscono la comprensione. Se per Lazio-Roma di serie A abbiamo scommesso sul margine vittoria 1 e la partita finisce 0-0 oppure 2-0, 0-3 e così via, la scommessa è perdente. Se per la stessa partita abbiamo scommesso sul margine vittoria 3 e l’incontro termina 1-0 o 0-5 o 6-1 ecc. ecc. la scommessa è di nuovo perdente.

Se invece il derby fosse finito 1-0 o 0-1 o 2-1 o 2-3 ecc. ecc. (notate che la differenza di reti tra le due squadre è sempre uguale a 1) allora la scommessa margine vittoria 1 si sarebbe rivelata vincente.

Margine vittoria 10 esiti

A differenza del margine vittoria 4 esiti, in questo caso si deve pronosticare anche la squadra che vincerà la sfida. Detto più precisamente, si scommette sul margine di reti con cui una delle due compagini batterà l’altra.

Di seguito riportiamo i 10 esiti offerti dai bookmaker con relativo significato: Sq1 sta per squadra di casa, Sq2 sta per squadra ospite.

Sq1 1g: compagine in casa vince di 1 gol
Sq1 2g: compagine in casa vince di 2 gol
Sq1 3g: compagine in casa vince di 3 gol
Sq1 4g o più: compagine in casa vince di 4 o più gol
Sq2 1g: compagine in trasferta vince di 1 gol
Sq2 2g: compagine in trasferta vince di 2 gol
Sq2 3g: compagine in trasferta vince di 3 gol
Sq2 4g o più: compagine in trasferta vince di 4 o più gol
Pareggio con gol: da 1-1 in poi
Nessun gol: 0-0

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

error: Content is protected !!